12 parole, 12 scrittrici, 12 racconti, 1 libro

Gli auguri 2010 di Petali Rossi
Che cosa succede quando 12 parole vengono affidate ad altrettante scrittrici?

Accade che ogni donna custodisce la parola fino a quando trova l’ispirazione, poi scrive un racconto e lo dona a Petali Rossi.

Successivamente Petali Rossi affida i 12 racconti alle cure di 6 traduttrici, per pubblicarli mese dopo mese in italiano e in inglese.

Infine questo dono viene trasformato in un bel regalo di Natale: il libro “Hai la mia Parola” da leggere online
o da scaricare, stampare e sfogliare.

continua...

“Comunicare il Sociale”

5-27 Novembre: prima edizione del corso di Terre di Mezzo “Comunicare il sociale”.

Diverse realtà non profit diffondono materiali discutibili per la scarsa qualità o addirittura assenza di informazioni, utilizzo di foto e immagini irrispettose del pubblico e dei soggetti ripresi, stile di comunicazione inutilmente violento o manipolatorio, etc…

Ma la serietà di una realtà non profit si misura, anche, dalla qualità delle informazioni che trasmette, da fonti, dati, parole e immagini che utilizza, dal modo in cui comunica, dalle leve scelte per sensibilizzare il pubblico alla propria causa e dalla conoscenza e padronanza dei mezzi di comunicazione.
Ecco perché è nato il percorso teorico-pratico “Comunicare il sociale”, che ha luogo presso la sede di Terre di mezzo nel mese di Novembre.

continua...

Laura Boldrini e Warsan Shire: destini incrociati

186_20130320123125_Warsan Shire

Due donne.
L’una è italiana: Laura Boldrini, portavoce dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati.
L’altra è nata in Kenya nel 1988 da genitori somali in fuga dalla guerra ed è cresciuta a Londra: la poetessa Warsan Shire.
Due protagoniste del Festival d’Internazionale a Ferrara, sul palco in giorni diversi.

Lontane, ma unite nel dare voce ai rifugiati, agli ultimi, ai respinti.
Di uomini, donne e bambini in fuga parla Laura Boldrini nel libro “Tutti indietro”, scritto nell’estate del 2009 come reazione alle politiche di respingimento attuate dal governo italiano.
A quanti urlano “tutti indietro” rispondono i versi di Warsan Shire: “Nessuno lascerebbe la casa/a meno che non sia la casa a spingerti verso il mare/a meno che non sia la casa a dirti/di affrettare il passo/lasciarti dietro i vestiti/strisciare nel deserto/attraversare gli oceani/annega/salvati/fai la fame/chiedi l’elemosina/dimentica l’orgoglio/è più importante che tu sopravviva.”

continua...

Warsan Shire

186_20130320123125_Warsan Shire

Il giornalista Tiziano Terzani, durante una delle sue ultime interviste, disse che gli piaceva immaginare una “Congiura dei Poeti”, un piccolo gruppo di persone che si preparasse a prendere in mano e a ribaltare le sorti del mondo.

Perché i poeti?
Perché “Solo chi lascia volare il cuore è capace di pensare diversamente”.
Ascoltando e, soprattutto, sentendo la poetessa Warsan Shire durante la performance “La Diaspora in versi”, mi sono tornate in mente le parole di Terzani. Ora sogno anche io una “Congiura dei Poeti” e vorrei vederla nascere da questa giovane donna.

continua...

Petali Rossi al Festival di Internazionale a Ferrara

Internazionale è un settimanale che acquisto e leggo da diversi anni e da pochi mesi sfoglio anche sul mio iPhone.
Il sottotitolo è una promessa mantenuta: “Ogni settimana il meglio dei giornali di tutto il mondo”.

Da 4 anni Internazionale organizza a Ferrara un Festival di 3 giorni dal calendario ricco di dibattiti, convegni, concerti, mostre.

Quest’anno sono andata sia perché interessata a diversi interventi sia in quanto blogger selezionato insieme ad altri 20.

Mentre è possibile scoprire che cosa ho seguito su www.petalirossi.com qui do qualche cifra del Festival: 51.000 visitatori; 125 ospiti provenienti da 4 continenti; 23 paesi; 25 testate giornalistiche. In programma 52 incontri, 4 workshop per adulti e 2 laboratori per bambini.

continua...

Master di Unconventional Marketing

In 22 anni di lavoro, di cui 14 dedicati in gran parte a realtà non profit, ho avuto la fortuna di lanciare* alcuni progetti di raccolta fondi che evolvono nel corso del tempo sia sul campo sia in termini di comunicazione.

E’ il caso di “Fermiamo l’AIDS sul nascere” di Cesvi, inaugurato nel 2001 su stampa, TV, radio, direct mail, affissione; diventato oggetto di una tesi di Laurea, poi protagonista del Social Network “Cesviamo” e oggi di applauditi “Condom Mob”.

continua...

Master in Marketing e Comunicazione d’Impresa

Interessante parlare di comunicazione e raccolta fondi a studenti che aspirano a lavorare soprattutto in azienda.
È accaduto in Accademia di Comunicazione, a Milano.
Fra case history, strategie e progetti, una mia personale considerazione sulle aziende che si riempiono la bocca
di Corporate Social Responsibility: quante di loro assumono i giovani; sostituiscono le donne in maternità con professioniste di pari livello invece che con stagiste ed evitano licenziamenti in tronco e mobbing?

Master MICRI/IULM

“Malattie nel mondo, nell’informazione e nella comunicazione”.

Come lo scorso anno, anche nel 2010 sono fra i docenti del Master MICRI. Le mie lezioni sono state arricchite dalla collaborazione di Blandina Stecca -Desk Officer Uganda, Paola Cominetta – fotoreporter, Luca Paolino – chirurgo a Parigi e spesso in missione al seguito di ong.

Memob MSF/IED Milano

Social network guerriglia flash mob video=tanta attenzione sulle crisi dimenticate.

Il 21 Aprile Medici senza frontiere lancerà a Roma il 6° “Rapporto Crisi Dimenticate”, un importante documento creato insieme all’Osservatorio di Pavia, che ogni anno monitora i telegiornali nazionali di stato e privati quantificando l’attenzione rivolta a crisi umanitarie di rilevanza internazionale. Dati alla mano, dal Rapporto si evince sempre una notevole disattenzione rispetto a determinate guerre, epidemie e malattie mortali che uccidono milioni di persone nel mondo e passano sotto silenzio o quasi. Quest’anno il Rapporto, visibile sul sito www.crisidimenticate.it a partire dal 21 Aprile, è stato anticipato da diversi flash-mob organizzati in varie città d’Italia. Ultima tappa a Milano il 19 Aprile. Per questa occasione alcuni allievi ed allieve dell’Istituto IED Comunicazione di Milano hanno ideato un progetto di mobilitazione rivolto a un target di giovani di 20-30 anni, che si è sviluppato sul social network Facebook, su You-Tube, tramite azioni di guerriglia marketing e un Flash Mob conclusosi con un bombardamento di palline di carta che, una volta dispiegate, si sono rivelate volantini informativi riguardo le crisi dimenticate.

continua...

Il sensibile direttore con riporto

Oggi il mio racconto on air su LifeGate Radio.

Basilio Santoro, direttore artistico di Lifegate Radio, e la scrittrice Barbara Garlaschelli hanno ideato l’iniziativa “Racconti On Air” in onda ogni venerdì mattina alle ore 6.15 all’interno del programma “Illogica Allegria”.

In pratica, ogni venerdì vengono trasmessi su Lifegate Radio 5 racconti scritti dal pubblico, selezionati da Barbara e Basilio e da lui interpretati, accompagnati da un sottofondo musicale scelto ad hoc.

continua...