2021

Ci vediamo al “Non Profit Women Camp”?

Ci vediamo al “Non Profit Women Camp”?

Il 4-5-6  Marzo 2021 avrà luogo online il Non Profit Women Camp: primo evento in Italia dedicato alle donne che lavorano nel o con il Terzo Settore.

L’idea, l’organizzazione e il merito sono di Federica Maltese, Giovanna Bonora, Valentina D’Amelio e Francesca Cerutti che, impegnate al fianco di associazioni, fondazioni e cooperative sociali hanno chiamato a raccolta e a raccontarsi alcune professioniste del fundraising, della comunicazione, del management, della filantropia, delle community.

A questa chiamata ho risposto anche io, con piacere. Di che cosa parlerò? Di linguaggio, prospettive, sguardi.

Se mi guardo indietro vedo che il Non Profit Women Camp è un passo di un cammino iniziato nel 2009 con il progetto-blog mio e di Sylvie Garrone “Petali Rossi: donne in campo, diritti in fiore”. 
Petali Rossi (2009-2014) è stato fonte di articoli per l’agenzia stampa internazionale dei giornali di strada INSP (International Street Papers Network) e nel 2010 mi ha consentito di essere fra i 5 blogger accreditati al Festival giornalistico di Internazionale.

Durante il Festival ho seguito diversi interventi fra i quali quello dell’allora portavoce dell’UNHCR Laura Boldrini*, che nel presentare il suo libro “Tutti indietro” (scritto nell’estate del 2009, al tempo di politiche di respingimento) sottolineava l’importanza dell’uso responsabile del linguaggio e invitava a non fare confusione fra le parole “clandestino”, “extracomunitario”, “rifugiato”, “profugo”, “richiedente asilo”. 
Il risultato di quell’incontro è nel post “Destini incrociati” dedicato all’Onorevole Laura Boldrini e alla poetessa somala Warsan Shire, che aveva incantato il pubblico del Festival con le sue poesie tradotte in italiano da Laura Splendore, fra le quali “Casa”

Tornando alla mia attenzione su temi che riguardano in particolare noi donne, nel 2011 ho contribuito alla Survey “Ritorno al futuro “della Scuola di Fundraising di Roma di Massimo Coen Cagli e Barbara Bagli con l’articolo “Donne3: la femminilizzazione del fundraising”.

Nel 2017 ho colto l’invito su Facebook a scrivere collettivamente in rete il Manifesto della Comunicazione non Ostile , parte di un progetto ideato da Rosy Russo. La mia proposta è diventata l’articolo 5: “Le parole sono un ponte. Scelgo le parole per comprendere, farmi capire, avvicinarmi agli altri.”

Che cosa c’entra la comunicazione non ostile con le donne?
Le donne sono fra le persone più colpite dalla violenza fisica e verbale a casa, per strada, in rete, sui media, come registrato dal “Barometro dell’odio” di Amnesty International

Per questo e per molto altro è necessario il Non Profit Women Camp. A presto.

*L’Onorevole Laura Boldrini interverrà al Non Profit Women Camp il 5 Marzo dalle 14.00 alle 15.00 in occasione del Non Profit Women Award 2020. 

Eleonora Terrile

By Eleonora Terrile

Parole scelte con cura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *