Conclusa la terza edizione di “Comunicare il sociale”

È terminata ieri la terza edizione di “Comunicare il sociale” di Terre di mezzo.

3 le tematiche su cui ci siamo soffermati quest’anno, analizzando informazione giornalistica, comunicazione e campagne di raccolta fondi: malattie invalidanti; violenza sulle donne; minori.

A concludere il corso un ospite atteso per la sua esperienza, capacità di coinvolgimento e di affrontare con levità argomenti difficili: il giornalista, blogger e portavoce della Ledha Franco Bomprezzi.

– Siate semplici quando scrivete e comunicate, evitate i linguaggi settoriali – è uno dei suggerimenti dati ai partecipanti, alcuni dei quali responsabili comunicazione e ufficio stampa di professione.

– Siate lievi, quando affrontate tematiche complesse e malattie invalidanti. –
No alle comunicazioni pietistiche e colpevolizzanti di tante campagne di raccolta fondi.
Evitate espressioni come “incatenato/condannato alla sedia a rotelle”, poiché quest’ultima dà la libertà a chi non può camminare.

Invece di ricorrere al pietismo, mettete in primo piano i DIRITTI delle persone con disabilità, confrontandovi con la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.

Rispettate i minori, seguendo i dettami della Carta di Trento per i giornalisti (e la recente “Carta di Milano” lanciata da Terre des Hommes, ho aggiunto io).

Queste sono alcune delle indicazioni e suggestioni date con tanta generosità da Franco Bomprezzi.

Foto 1: Elena Parasiliti, direttore di Terre di mezzo – street magazine
Foto 2: la giornalista Ilaria Sesana ed Elena Parasiliti
Foto 3: il direttore creativo TBWA Aldo Capsoni
Foto 4: Eleonora Terrile e alcuni partecipanti
Foto 5: il fotogiornalista Leonardo Brogioni
Foto 6: l’art director di Terre di mezzo Antonella Carnicelli
Foto 7: il giornalista Franco Bomprezzi

174_20121126143749_elena

 

174_20121126143758_sesana, elena

174_20121126143820_Aldo

174_20121126143812_Io

174_20121126143829_Leo

174_20121126143844_IMG_3298

174_20121126144840_IMG_3302

 

 

 

 

 

 

 

Eleonora Terrile

Parole che si prendono cura di associazioni, aziende, eventi, progetti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>