Docente al Digital Fundraising Day

Digital Fundraising Day

Il 21 Ottobre avrà luogo a Forlì il Fundraising Day, quest’anno dedicato alla comunicazione digitale.
Terrò una sessione di 2 ore dal titolo “Come essere Umani in teoria e in pratica, con buona pace di Copysauri, Digital Writer e Storyteller”.

Read More

Protagonisti ad Assisi i libri tattili del concorso “Tocca a te!”

È trascorso qualche giorno dal 18 Giugno, data della premiazione del concorso nazionale di editoria tattile “Tocca a te!” presso l’Istituto Serafico di Assisi.
Il concorso, organizzato dalla Federazione Nazionale delle Istituzioni Pro Ciechi di Roma e dalla Fondazione Robert Hollman, per la quarta edizione ha potuto contare sull’Istituto Serafico di Assisi, sul patrocinio del Comune di Assisi e della Regione Umbria.
Lascio a uno dei molti articoli e video la presentazione delle splendide opere premiate, per raccontare quello che ho potuto vedere, toccare, sentire, applaudire. Sottolineo “potuto” perché eravamo in 500 a girare per i corridoi e le sale dell’istituto Serafico, che ospitavano 250  libri in concorso provenienti da tutta Italia.

continua...

Benvenuti nel nuovo sito di AISE

slessandra

È online il nuovo sito di AISE, associazione fondata nel 1980 in Lombardia, in risposta al dilagare delle sostanze stupefacenti.

Danno il benvenuto Alessandra, Alessandro, Michael, Pietro, Saimon, Salvatore e Zaccaria: sette persone rinate grazie ad AISE, che accolgono chi oggi dipende dall’alcol o da sostanze con un sorriso, un consiglio e raccontando
la loro storia.

Lascio a questo articolo gli approfondimenti, limitandomi a dire che in quasi 40 anni di attività AISE ha aiutato centinaia di uomini e donne dipendenti da alcol o da sostanze e, nel tempo, si è fatta carico dei minori con problemi di dipendenza e comportamenti devianti, dell’inserimento lavorativo degli ospiti delle comunità terapeutiche, dell’avviamento di attività, della prevenzione, dell’organizzazione di dopo-scuola e spazi di ascolto per preadolescenti, dell’apertura di un centro terapeutico per adolescenti e adulti a Milano (Montevideo 19).

continua...

È tempo di parole “ponte”, non di parole “barriera”

Lavoro con le parole da sempre e da 20 anni per dare voce a progetti di comunicazione, sensibilizzazione e raccolta fondi.
So quanta influenza possono esercitare nella creazione dell’immaginario collettivo, delle opinioni e nello stimolare azioni, reazioni, donazioni.

Se è vero che “un’immagine vale mille parole”, una sola parola può dividere e concorrere alla distruzione fisica e psicologica, oppure unire e contribuire alla costruzione e allo sviluppo. 

Read More

Immaginifici suoni e creature

Schermata 2017-04-21 alle 15.52.52

Ogni pietra di scarto custodisce una storia, che si rivela nell’incontro con un bambino.
Ma come si esprime una pietra di scarto?
Attraverso la sua forma unica, il carattere delle imperfezioni, il peso, le sfumature, la superficie, la potenza evocativa e, anche, la sua voce.
Che voce ha una pietra di scarto?

L’hanno sentita oggi, a Milano, 10 bambini e bambine all’inaugurazione di Immaginifici suoni e creature, laboratorio ideato e condotto da me, da Tiziana Scaciga di recycled stones e dalla pianista Veronika Koprivica, presidente dell’associazione Concertato.

continua...

Master MICRI/IULM

Docenze di comunicazione sociale e raccolta fondi

Anche quest’anno ho terminato le mie lezioni al Master MICRI Iulm.
Con 30 studenti, 5 dei quali stranieri e 25 provenienti da tutta Italia, ho parlato di comunicazione, sensibilizzazione, rappresentazione e raccolta fondi evidenziando i problemi, le sfide e le opportunità che ONG e ONP devono affrontare.

Read More

Un capolavoro di levità: il nuovo spot per Coordown

coordown spot

Comunicare bene è difficile.
Comunicare bene per sensibilizzare e per raccogliere fondi è difficilissimo.
È un attimo scivolare negli stereotipi, nel pietismo, nella pornografia del dolore, nelle banalità, nel “politicamente corretto” che a volte rasenta la comicità.
Io per prima ho fatto tanti scivoloni in oltre 20 anni di campagne per associazioni non profit e fondazioni.

Detto questo ieri, mentre preparavo le mie lezioni di comunicazione per il Master MICRI IULM, ho visto uno spot eccellente realizzato da Luca Lorenzini e Luca Pannese di Publicis New York per conto dell’associazione Coordown.
Si intitola “Not special needs”, titolo che di per sé ironizza garbatamente sull’espressione “bisogni speciali per bambini/ragazzi/adulti speciali” come spesso vengono definite le persone con sindrome di Down.

continua...

Un mio corso inaugura la “Formazione su misura” al Work On

Foto corso su misura

Da anni tengo corsi e workshop di scrittura in scuole di comunicazione e di raccolta fondi, rivolti a giovani e a persone che lavorano presso associazioni, cooperative, fondazioni.
Oggi ho fatto una giornata di formazione a due professioniste che si occupano della comunicazione di Cefa Onlus.
Nel corso di 6 ore siamo passate dalla teoria all’analisi dei materiali prodotti dall’associazione sino alla messa in pratica di quanto appreso.
Dove è avvenuto tutto questo?
A Milano presso Work On, lo spazio in cui lavoro da qualche anno, che con me inaugura la “Formazione su misura”.

continua...

Il Manifesto della comunicazione non ostile

Scrittura dell'articolo 5° del manifesto, scelto dalla rete

Lavoro con le parole da quasi 30 anni e da 8 insegno in università e scuole di comunicazione.

La celebre battuta di Nanni Moretti in Palombelli Rossa: “Le parole sono importanti!” e la riflessione
sull’uso consapevole delle parole sono sempre stati presenti nei miei corsi, fra i quali “Dignitising – Comunicare fa rima anche con rispettare” per IED Milano e “Comunicare il sociale”, ideato con Terre di Mezzo editore.

Date queste premesse, appena ho visto sui social network i primi post del progetto Parole Ostili, che annunciavano un evento di due giorni a Trieste (17-18 Febbraio) e la co-creazione in rete del “Manifesto della comunicazione non ostile”, ho subito condiviso l’iniziativa e spedito una mia proposta.

continua...

È il vento che soffia

immaginifico-alessandro

Non è un foglio stropicciato. È il vento che soffia.” Così ha detto Alessandro, un bambino di 6 anni che frequenta la prima elementare, a Tiziana.

Read More