Il “mio” Takunda ha compiuto 18 anni!

Takunda, un bel ragazzo nato e cresciuto in Zimbabwe, il 9 Maggio 2019 ha compiuto 18 anni. La maggiore età è un  traguardo significativo per i giovani, ma anche per i loro genitori.

Takunda ha una mamma splendida di nome Safina e tante “mamme” e “papà” di cuore, soprattutto in Italia, appassionati alla sua storia sin dal primo giorno di vita. Come mai?

Takunda, nato da una coraggiosa mamma sieropositiva, è il primo bambino seguito nel 2001 dal protocollo salvavita dell’allora innovativo progetto “Fermiamo l’AIDS sul nascere” di Cesvi.

18 anni fa lo Zimbabwe era falcidiato dall’AIDS, come tanti Paesi dell’Africa sub-sahariana.
Cesvi, ai tempi associazione non profit impegnata in Italia e nel mondo con progetti di cooperazione e sviluppo, decise di mettersi alla prova anche in ambito sanitario, come racconta con dovizia di particolari il co-fondatore e Past President Maurizio Carrara.

Ho avuto la fortuna di dedicarmi a Cesvi dal 1997 al 2007, in qualità di copywriter e poi co-direttrice creativa di Rapp Collins Italia.
Alla comunicazione del progetto “Fermiamo l’AIDS sul nascere” ho lavorato con diversi colleghi sin dall’inizio, a partire dal nome, simbolo e lancio.

29289-cesvi-stop-aids-at-birth-campaign-pic1

Il gruppo di lavoro era stato messo nelle condizioni di operare al meglio grazie all’incontro con alcune figure chiave: il Presidente Maurizio Carrara, il Direttore Comunicazione e Marketing Giangi Milesi, la Direttrice Raccolta Fondi Luisa Bruzzolo, la Dottoressa e prima responsabile sanitaria in Zimbabwe Claudia Gandolfi, il fotoreporter sul campo Giovanni Diffidenti.

Qualche anno dopo, indimenticabili emozioni!
A Maggio 2004 sono stata invitata a Bergamo a festeggiare il terzo compleanno di Takunda, arrivato in Italia con mamma Safina e il loro mediatore culturale.
Oltre a me tanti sostenitori fedeli di Cesvi e del progetto “Fermiamo l’AIDS sul nascere”. Quante “mamme e papà” di Takunda eravamo!
La sera poi, al Teatro Doninzetti, ha avuto luogo la prima edizione del “Premio Takunda – vincere con la solidarietà.” 

Premio Takunda, Bergamo, 2004

Gli anni passano, Takunda cresce e va a scuola. La sua foto, regalatami da Cesvi, è stata in bella mostra nella mia bacheca fino all’addio all’agenzia.
Takunda in bacheca Terrile, Rapp Collins Italia

Il 29 Settembre 2007 è stato ultimo giorno di lavoro in Rapp Collins Italia per me e per l’art director Lidia Di Salvo. Fra i doni per me: il ciondolo “Takunda Collins”!

Saluto a Rapp Collins Italia. Ciondolo Takunda Collins

 

 

Eleonora Terrile

Parole che si prendono cura di associazioni, aziende, eventi, progetti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>