In difesa delle minoranze cristiane in Libano

Una mia recente collaborazione è quella con la Fondazione Giovanni Paolo II, che da anni lavora in diversi paesi del Medio Oriente per assicurare diritti di base alle popolazioni, a partire da sanità e istruzione.

Il progetto al quale ho prestato le mie parole ha luogo in Libano. Suo scopo è favorire il ritorno a scuola e allo studio di bambini/e, ragazzi/e profughi siriani e iracheni di religione cristiana: una minoranza perseguitata per motivi religiosi.

Devo dire che in anni di lavoro per i più svariati progetti di ong, fondazioni, agenzie ONU pensavo di averne lette di “tutti i colori”. Mi sbagliavo. Questo progetto mi ha fatto venire le lacrime agli occhi.

L’amarezza che ho provato mi è servita per dare voce a Monsignor Luciano Giovannetti, Presidente della Fondazione, in un mailing rivolto ai sostenitori, la cui lettera è stata in parte ripresa dal giornalista Fulvio Scaglione per un bell’articolo sul numero natalizio di “Famiglia Cristiana”.

 

Eleonora Terrile

Parole che si prendono cura di associazioni, aziende, eventi, progetti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>