2013

In difesa delle minoranze cristiane in Libano

Una mia recente collaborazione è quella con la Fondazione Giovanni Paolo II, che da anni lavora in diversi paesi del Medio Oriente per assicurare diritti di base alle popolazioni, a partire da sanità e istruzione.

Il progetto al quale ho prestato le mie parole ha luogo in Libano. Suo scopo è favorire il ritorno a scuola e allo studio di bambini/e, ragazzi/e profughi siriani e iracheni di religione cristiana: una minoranza perseguitata per motivi religiosi.

Devo dire che in anni di lavoro per i più svariati progetti di ong, fondazioni, agenzie ONU pensavo di averne lette di “tutti i colori”. Mi sbagliavo. Questo progetto mi ha fatto venire le lacrime agli occhi.

L’amarezza che ho provato mi è servita per dare voce a Monsignor Luciano Giovannetti, Presidente della Fondazione, in un mailing rivolto ai sostenitori, la cui lettera è stata in parte ripresa dal giornalista Fulvio Scaglione per un bell’articolo sul numero natalizio di “Famiglia Cristiana”.

 

Eleonora Terrile

By Eleonora Terrile

Parole scelte con cura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *