Fundraising per le biblioteche

Comincio da molto tempo fa, da quando ero bambina.
Mio padre, appassionato e onnivoro lettore, mi invitava ad andare nella libreria di un suo amico e a prendere tutti i libri che volevo, lasciandoli sul conto.
A casa dei miei i libri erano e sono ovunque: nello studio, nei bagni, nelle camere da letto, in cucina, in sala.
I libri sono fra i regali che più frequentemente ci siamo fatti e facciamo in famiglia.
Fra i consigli di mio padre, uno ricorrente: “Quando vai a casa d’altri, guarda se ci sono libri. Se no, cattivo segno.”

 

11299485076_f9a8f6da36_z

Immagine messa a disposizione dalla British Library.

Facendo un salto nel tempo di oltre 40 anni e arrivando a oggi, sono davvero entusiasta di collaborare con Massimo Coen Cagli e Barbara Bagli della Scuola di Roma Fundraising.it a un articolato progetto di raccolta fondi a favore delle biblioteche pubbliche, che ruota intorno all’utilizzo dell’Art Bonus.

Il progetto prevede giornate di formazione e un sito dedicato, sul quale sarà possibile trovare  informazioni e speciali kit ad uso dei bibliotecari, vere e proprie “cassette degli attrezzi” utili a impostare strumenti di comunicazione volti alla promozione delle biblioteche, dell’Art Bonus e alla raccolta fondi.

Collaborano a questo progetto anche l’agenzia Dunp, l’agenzia Baleia, lo Studio Pisacreta.

 

Biblioraising-Fundraising-biblioteche-logo

Logo realizzato dall’agenzia Dunp.

 

 

 

Eleonora Terrile

Parole che si prendono cura di associazioni, aziende, eventi, progetti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>